analysisback-arrowclose-2close-3close-4closedata-protectiondatadown-arrow-thindown-arrowdownload-2download-3downloademailexpandfmsforward-arrowinterconnectedjob-clientjob-serverleft-arrow-thinleft-arrowlinklistlogo-mares--invertedlogo-mareslogo-mares_colormanagementmarker-2markermdonext-arrowpager-arrow-leftpager-arrow-rightphoneright-arrow-circularright-arrow-thinright-arrowschedulersendsharesocial-facebooksocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-whatsappsocial-youtubesystemtimestools-manager

DIGITAL FACTORY

Fabbrica Digitale; Fabbrica Intelligente; Industria 4.0 sono solo degli slogan o una reale necessità?

 

Le aziende che si confrontano ogni giorno con il mercato, sanno quanto il mondo industriale sia oramai estremamente competitivo e conoscono molto bene le difficoltà delle loro fabbriche tradizionali che hanno dei costi di inefficienza che rischiano di essere intollerabili:

  • Scarti di lavorazione per errore umano, spesso dovuto ad informazioni errate e ad incomprensioni.
  • Costi indiretti elevati ma necessari per controllare “a vista” la produzione.
  • Errori di pianificazione dei lavori con conseguenti ritardi di consegna; extra costi per lavoro straordinario non previsto; penali di consegna; perdita di commesse.
  • Difficoltà a migliorare la flessibilità produttiva che consentirebbe di ottimizzare le risorse e aumentare la propria produttività.
  • Tempi improduttivi per fermi macchina inattesi o errata gestione della manutenzione.
  • Elevati costi di magazzino per utensili, pezzi di ricambio, materie prime difficilmente pianificabili in anticipo rispetto alle reali necessità.
  • Poca conoscenza dell’andamento reale delle proprie prestazioni operative che consentirebbe di prendere decisioni in modo più veloce e corretto.

 

Immaginiamo ora una fabbrica intelligente dove tutte le informazioni necessarie ad eseguire una determinata lavorazione (programmi di lavorazione; disegni dei pezzi; dati degli utensili; attrezzature; istruzioni operative; ecc.) arrivino automaticamente alle persone o ai macchinari, senza passaggi intermedi, senza errori, inesattezze o dimenticanze.

Immaginiamo che tutti i macchinari (non sono quelli nuovi) siano dotati di un’intelligenza propria, che gli consenta di identificare ed allertare l’uomo in caso di eventuali problematiche in corso di lavorazione, di informare preventivamente sulle proprie condizioni di salute, di rispondere alla richiesta di eseguire nuovi lavori, di rendicontare in modo oggettivo e in tempo reale sui tempi di esecuzione, sui ritardi o sui potenziali fermi imprevisti o pause necessarie.

Immaginiamo che tutti i macchinari presenti in fabbrica possano fornire all’uomo, in tempo reale, tutte le informazioni necessarie per prendere le decisioni in modo veloce o consapevole e consentire all’uomo di dedicarsi alle attività a più alto valore aggiunto.

Immaginiamo uno strumento di gestione operativa di fabbrica che riceve informazioni in tempo reale sull’andamento della produzione interna (uomini e macchine) ma sia anche in grado di verificare l’andamento delle fasi operative esterne alla propria azienda.

Immaginiamo degli strumenti di gestione molto efficienti in grado di elaborare autonomamente grosse quantità di dati e proporre all’uomo delle possibili scelte operative ottimali, in funzione del reale andamento della fabbrica e supportare le decisioni future.

 

Spesso, erroneamente, si identifica il termine Industria 4.0 con le singole tecnologie (IOT; Big Data Analytics; Realta aumentata, ecc), tutto sommato neppure così rivoluzionarie, ma in realtà è la sapiente combinazione di tutte queste tecnologie a rendere intelligente una fabbrica, ed è questa la Fabbrica Digitale pensata da MARES.